Viaggi ad arte a Palazzo Strozzi con Philippe Daverio

4

daverio5Un giorno dedicato ai viaggi e all’arte, o meglio ancora ai viaggi ad arte. Venerdì 1 febbraio 2013 nella sala Ferri di Palazzo Strozzi la Società italiana dei viaggiatori, con la collaborazione del Gabinetto Vieusseux, organizza un contest di viaggi estremi raccontati dal vivo. Sì, una singolar tenzone, il Traveller show in cui i protagonisti di avventure in giro per il mondo raccontano ricordi ed esperienze e li condividono con gli amici viaggiatori. A seguire la presentazione del libro di Philippe Daverio, Il secolo lungo della modernità, e qui si viaggia con la fantasia nel mondo dell’arte europea.
Si parte alle 16.30 con i racconti di viaggio. Il fiorentino Alessandro Vergari è stato in Albania a piedi e ripercorrerà questo cammino da moderno pellegrino attraverso una galleria fotografica. Il maremmano Roberto Righetti è arrivato fino alle piramidi d’Egitto con la sua vecchia 500, mentre il calabrese Bruno Cardile, con un equipaggio italiano, ha tenuto fede al vecchio adagio che ci vuole un popolo di poeti e navigatori: con una barca da regata d’epoca ha lasciato l’Europa alle spalle e attraversando Atlantico e Pacifico se ne è andato fino in Nuova Zelanda.
Alle ore 18 sarà Philippe Daverio a condurci per mano in un viaggio nella storia dell’arte del Vecchio Continente, partendo proprio dal suo libro, edito da Rizzoli. A stimolarlo e stuzzicarlo due esperte d’eccezione: la soprintendente del Polo museale fiorentino, Cristina Acidini e la direttrice del Vieusseux, Gloria Manghetti.
A metà pomeriggio il direttore del Festival del Viaggio, Alessandro Agostinelli, consegnerà la pergamena di “Socio Ambasciatore” della Società Italiana dei Viaggiatori a Philippe Daverio per il ruolo di ambasciatore delle bellezze artistiche e paesaggistiche italiane nel corso della sua lunga carriera.