Home » Cinema » Una full immersion nel cinema coreano all’Odeon

Una full immersion nel cinema coreano all’Odeon

choi-min-sik-in-una-scena-di-old-boy-13772Il cinema coreano, dal 21 al 30 marzo, torna protagonista sulle rive dell’Arno. Il Florence Korea Film Fest propone anche quest’anno l’abituale dose di horror e fantasy di altissimo livello. Tra gli eventi più attesi lunedì 24 marzo, al cinema Odeon, la proiezione di Moebius di Kim Ki Duk (ore 22.30), l’ultimo film del maestro del cinema coreano, presentato a Venezia nel 2013. E’ la storia di una moglie tradita che tenta di vendicarsi evirando il marito. Per sbaglio la donna punirà il figlio il quale si trova ad affrontare le tragiche conseguenze di quell’atto efferato.
Grande l’attesa per la retrospettiva dedicata a Choi Min-sik. La carriera dell’interprete del mitico Old boy, premiato dieci anni fa con la Palma d’Oro (il presidente di giuria era Quentin Tarantino) e di Lady Vendetta, sarà riproposta con 8 film rappresentativi della carriera. E’ atteso a Firenze il 25 marzo per un incontro con i fan e di sicuro lquello che viene ritenuto Al Pacino in versione asiatica non deluderà le attese.
Il festival, che si è aperto con la prima nazionale del film Hide and Seek, campione d’incassi del 2013 e acclamato dalla critica in Corea del Sud, del regista Huh Jung classe 1981, chiude con un’altra prima italiana: Boomerang Family di Song Hae-Sung (Corea del Sud, 2013), storia di tre figli, che per motivi diversi, tornano a vivere dalla mamma. Il regista sarà presente alla proiezione.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la “sua” Firenze.

Inserisci un commento