Home » Musica » Tommy, Cristina Donà nell’omaggio a The Who

Tommy, Cristina Donà nell’omaggio a The Who

©Donà_2014Una nuova sfida nel segno dei miti del rock. I NEM-Nuovi eventi musicali dopo essersi cimentati con Beatles, Pink Floyd e Genesis, hanno deciso di proporre l’opera rock più famosa di tutti i tempi: Tommy-The Who. L’appuntamento è per giovedì 24 luglio 2014, alle ore 21.30, al Teatro Romano di Fiesole per la 67a Estate Fiesolana. Ospite speciale Cristina Donà.
Si tratta di una prima assoluta del capolavoro firmato da The Who. Per la Donà è un piacevole ritorno a Firenze, sempre con i NEM, dopo lo straordinario concerto del 2005 in cui eseguì alcuni capolavori dei Radiohead. Una fuoriclasse per Tommy ma anche un abile lavoro di squadra, com’è nella tradizione dei Nuovi eventi musicali. Fondamentali saranno le proiezioni video dell’artista Claudia Ceville, per creare lo spazio dove l’azione scenica si svolgerà. Tommy è il quarto album degli Who. Pubblicato nel 1969, originariamente su doppio vinile, divenne poi un film diretto da Ken Russell.
È la storia di un ragazzo che diviene sordo, cieco e muto dopo aver assistito all’omicidio dell’amante della madre di Tommy da parte del padre. I genitori di Tommy, che assiste alla scena dietro allo specchio, dicono al bambino di non dire, vedere e sentire nulla (infatti See Me, Feel Me, Touch Me, Heal Me sarà il leitmotiv del disco). Da qui il trauma.
A peggiorare la situazione subentrano nella sua vita le violenze sessuali da parte dello zio e gli atti di bullismo del cugino. La situazione cambia quando Tommy si scopre “mago del flipper”, diviene ricco e famoso. Sarà la distruzione dello specchio a liberare Tommy da ogni psicosi e a restituirlo alla vita. Per informazioni: www.nuovieventimusicali.it
Da segnalare che il nuovo album di Cristina Donà, prodotto con Saverio Lanza, è in uscita il 23 settembre 2014 e, da chi lo ha già ascoltato, promette di stupire.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento