Home » Arte » Suggestioni nipponiche alla Galleria d’arte moderna

Suggestioni nipponiche alla Galleria d’arte moderna

Suggestioni giapponesi nelle sale dell’Andito degli Angiolini della Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti. E’ un cerchio che si chiude: qui a Firenze dopo partì il Rinascimento dell’arte, la pittura nipponica si presenta con Tourbillon, la prima grande mostra italiana dell’artista Masaaki Miyasako. Un pittore che a casa, in Giappone, è considerato il leader del recupero della trazione, ma anche uno dei pittori più innovativi del momento. Curata da Junji Ito, l’esposizione arriva a Firenze sino al 29 giugno 2014 dopo aver conquistato le platee di Lisbonia e Budapest. Miyasako è un artista di grande sensibilità e raffinatezza, minimalista come vuole la tradizione del Sol Levante. Classico eppure contemporaneo per la sua capacità di interpretare con grande personalità forme e accostamenti cromatici. Il risultato è una pittura che pur nel solco della tradizione, è al passo con i tempi. Masaaki Miyasako è professore alla Tokyo University of the Arts e dimostra di avere una padronanza totale delle tecniche artistiche. Un virtuoso del pennello, capace di utilizzare tecniche complesse e di origine antichissima come la Urazaishiki, che comporta l’applicazione del colore anche sul retro del supporto. Protagonisti dei suoi lavori paesaggi giapponesi, ma anche donne, uomini, animali, frutta e fiori, dipinti con finissime sfumature cromatiche. In mostra sono esposte 30 opere, per lo più di grandi dimensioni o composte in pannelli.
Info: Andito degli Angiolini, Galleria d’arte moderna, Palazzo Pitti. Orario: da martedì a domenica, ore 10 – 18.50, chiusura lunedì. Ingresso libero.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento