Home » Enogastronomia » Streetfood Village, il cibo di strada è di nuovo “on the road”

Streetfood Village, il cibo di strada è di nuovo “on the road”

Immaginate il pane di Altamura e la porchetta di Ariccia, l’hamburger di chianina e la piadina romagnola. Sarebbe bello aver l’imbarazzo della scelta di cosa mangiare? Se la risposta è sì, non potete mancare l’appuntamento a Castelfiorentino da venerdì 18 marzo per la terza edizione dello Streetfood Village. Il tour 2016 del cibo di strada riparte dalla centralissima piazza Gramsci (dalle 17 alle 24 di venerdì 18 e dalle 11 alle 24 di sabato 19 e domenica 20 marzo) prodotti cucinati sul momento e da assaporare “al volo”. Qui si ritrova il meglio della cucina di strada italiana e le specialità di Europa, Africa e Sudamerica.
Street food ma non mancheranno musica, giochi per bambini e perfino il museo Benozzo Gozzoli aperto per le visite. Durante l’evento sarà presente anche la Ong Oxfam Italia per presentare i progetti internazionali.
Cosa mangiare? Dal “pastin” di Belluno agli “arrosticini” di pecora abruzzesi; dalla “puccia salentina con polpo arrosto e focaccia barese” al fritto di pesce nel cono di San Benedetto del Tronto; dalla “patata tornado” della Campania alla “torta fritta” emiliana. Ci saranno però anche i cibi di strada toscani, come i “tortelli fritti di patate del Casentino”, il fritto misto di coniglio, di pollo e verdure, la trippa, la ribollita, i prodotti al tartufo “on the road” dell’Appennino e molti altri. Per le specialità estere: la grigliata di carne argentina (“Asado”), il “Souvlaki e Gyros pita” della Grecia, il “Kefto” dell’Etiopia o il dolce tipico “Kurtos Kalacs” della Romania.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento