Home » Styloveit » Stibbert veste Vintage, in Limonaia un armadio delle meraviglie

Stibbert veste Vintage, in Limonaia un armadio delle meraviglie

10408886_370414036448698_5903831870130949133_n“Stibbert veste Vintage”. Mid Firenze e associazione Heyart tornano con l’appuntamento legato al mondo degli abiti e oggetti retrò. L’appuntamento nella Limonaia Stibbert con il suo esoterico giardino sabato 6 dicembre dalle 16 a tarda notte, domenica 7 dicembre dalle 10.30 alle 22 e lunedì 8 dalle 10.30 alle 19 (via di Montughi, 4). Un’occasione per scovare abbigliamento vintage, capi e accessori usati, bijoux fatti a mano, vestiti per bambini, modernariato, oggetti da collezione, creazioni artigianali.
Ricchissimo il programma che propone appuntamenti d’eccezione. Si comincia sabato alle 16 con l’apertura del giardino, alla scoperta degli stand. Musica e dj d’eccezione, Tony Topazio da Controradio e il repertorio di Coqò Djette di canzonette e cha cha cha per lo Star_T party. Domenica 7 dalle 11,30 spettacolo per bambini a cura di Soccorso Clown Onlus. “Stibbert veste Vintage”, con il patrocinio del Q5 del Comune di Firenze, sostiene infatti l’associazione Soccorso Clown Onlus, pioniera della figura del “clown ospedaliero” che affianca lo staff medico e infermieristico attiva anche all’Ospedale Pediatrico Meyer. Sempre per i bambini sono previsti laboratori e visite guidate allo Stibert sia domenica che lunedì (info.heyart@gmail.com, tel. 3338622307). L’evento clou è alle 18 la sfilata di moda “Cristina Ricci per Stibbert veste Vintage”, in passerella le sue ultime collezioni ispirate al mondo militare e a quello dei pirati. L’occasione per conoscere da vicino la designer e costumista che ha firmato gli abiti per tanti spettacoli e per il Circo Nero. Lunedì da non perdere alle 15 Stibbert Christmas afternoon a sorpresa.
Da segnalare la mostra di dipinti “Vorrei incontrarti sul mio polsino sinistro – La Récréation” a cura di Piero Angelo Orecchioni. La mostra di Orecchioni propone un viaggio attraverso una camicia vintage psichedelica che diventa occasione per una scoperta di sé. L’artista lancerà una sfida ai visitatori, chiamati a partecipare a un album di ritratti nel sito in costruzione www.larecreation.it. Nel Salone delle Feste del Museo Stibbert  la mostra “Workear abiti da lavoro del Novecento” di Danilo Ceri tra vesti da minatore e contadina e patchwork d’epoca.
Per giocare con trucco e acconciature retrò non potrà mancare la tappa al corner di Eleonora Fantechi e Julia Wakabayashi.
Per informazioni su “Stibbert veste Vintage”, clicca qui

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento