Home » Arte » Persia Mon Amour, alla scoperta della Firenze iraniana

Persia Mon Amour, alla scoperta della Firenze iraniana

Changiz_Scrittore by Edoardo DelilleLa Firenze che non ti aspetti: la mostra Persia Mon Amour rompe il primo luogo comune di una città amata da inglesi e americani e sempre più popolata di cinesi. Eppure qui, a Firenze, c’è la comunità iraniana più numerosa d’Italia. Sabato 12 aprile 2014, per la quarta giornata del Middle East Now, alla galleria di tappeti antichi Boralevi (via Maggio 16/r – ore 18, ingresso libero), viene inaugurata Persia Mon Amour, la mostra-reportage firmata dal fotografo Edoardo Delille e dal giornalista Jacopo Storni. Un progetto realizzato in esclusiva per la quinta edizione di Middle East Now Festival, che sarà esposto dal 12 al 28 aprile.
Delille e Storni sono andati a caccia di storie, volti e personaggi e ne hanno ricavato una ventina di ritratti. Una galleria insolita per raccontare fiorentini speciali. C’è il calciante che preferisce il kebab alla fiorentina, il venditore di tappeti che cita Serse, la ragazza che vende lampredotto. Spicca la scelta di inserire ogni personaggio ritratto in una cornice nera, quasi un modo per esprimere il grande vuoto lasciato dall’abbandono della Persia per chi, comunque, si è poi ben inserito nella comunità fiorentina. Un progetto che vale la pena di conoscere ed apprezzare.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento