Home » Letteratura » Oltrarno in piazza per difendere La Citè

Oltrarno in piazza per difendere La Citè

La Cite  ridLa chiusura della libreria cafė La citè riapre il dibattito sulla Firenze che vogliamo. Una Disneyland del Rinascimento o una città da vivere mattina e sera e dove la cultura, soprattutto quella diffusa e che parte dalla base, ha un ruolo fondamentale. Questo il senso del grande corteo a sostegno della libreria cafè di San Frediano, organizzato per venerdì 5 luglio 2013 dalle 17 alle 20 che da piazza del Carmine arriverá in Santo Spirito: piazza troppo spesso della discordia per chi vuole un Oltrarno vivo. Dalla Citè alla Città lo slogan scelto per questa iniziativa che vuole richiamare l’attenzione sul ruolo giocato dalla libreria Cafè per riqualificare uno dei quartieri storici di Firenze e allontanare il degrado.
“La cultura è un valore diffuso, viaggia nell’aria come il suono delle voci, delle note, dei pensieri: non genera rumore, non genera degrado, genera pensiero critico, sviluppo delle società. Luoghi chiusi impoveriti e svuotati, strade deserte di notte schiacciate sotto il caos dei motori di giorno, teste piegate e vuote nell’oblio degli schermi. Vogliamo dire basta -spiega lo staff de La Citè-. Per riaprire la Cité servono 3 cose: un buon avvocato, migliorie strutturali e molta energia positiva contro una piccola mentalità bigotta. Abbiamo bisogno del contributo di tutti!”. Durante la manifestazione saranno previsti momenti di sosta per performance musicali, artistiche e reading. Chi vuole sottoscrivere questo appello citeparade@gmail.com o 3393436476 o 3491723770.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento