Home » Musica » Oblate Suite riparte all’insegna del Fado

Oblate Suite riparte all’insegna del Fado

FRIDANERIRiparte all’insegna del fado la programmazione musicale di “Oblate suite”. Il primo appuntamento, martedì 8 ottobre alla caffetteria della biblioteca delle Oblate di Firenze (via dell’Oriuolo 26) vedrà esibirsi Frida Neri in un repertorio che certo sarebbe piaciuto ad Amalia Rodrigues.
La programmazione, sempre a cura di Cooperativa Archeologia e Nem – Nuovi Eventi Musicali, è all’insegna della musica etnica d’autore anche quest’anno. Nella passata stagione furono molto apprezzati gli appuntamenti jazz e la collaborazione con il conservatorio Cherubini.
Per l’esordio stagionale tocca quindi ai capolavori della musica popolare portoghese interpretati dalla cantante Frida Neri (voce, chitarra acustica e vari strumenti) e dal chitarrista Antonio Nasone (chitarra classica, acustica, ukulele e mandolino). L’appuntamento, dal titolo ‘Nos versos que canto’, indagherà le tante sfumature di questo genere musicale.
Frida Neri, nome d’arte di Michela Di Ciocco, giovane cantautrice nata in Molise, ma marchigiana d’adozione, non è nuova al pubblico fiorentino avendo partecipato allo spettacolo ‘Il Fantasma dell’opera’, nuovo progetto di Francesco Magnelli con Massimo Zamboni e Gianni Maroccolo (ex Csi).
Ingresso libero ad Oblate Suite, concerto a partire dalle ore 20,30, per ulteriori informazioni visitare il sito internet www.caffetteriadelleoblate.it.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento