Home » Musica » Montepulciano, il Cantiere d’arte ispirato all’aria

Montepulciano, il Cantiere d’arte ispirato all’aria

cantierearteInspirare e ispirare trovano nell’aria lo stesso prezioso elemento vitale. E’ proprio l’aria a fare da filo conduttore al 39° Cantiere Internazionale d’Arte che coinvolge Montepulciano e le Terre di Siena, dal 18 luglio al 2 agosto 2014. Ad aprire il cartellone non poteva esserci opera più indicata di Orfeo ed Euridice di Christoph Willibald Gluck, di cui ricorrono i 300 anni della nascita. L’opera che narra le gesta del cantore “capace di incantare animali e di compiere il viaggio dell’anima lungo gli oscuri sentieri della morte”  ben si adatta al tema di quest’anno, un altro tassello della trilogia degli elementi tratteggiata dal direttore artistico Vincent Monteil e dal direttore musicale Roland Böer.
Il cartellone di quest’anno è da lasciare davvero senza fiato, tanto è concentrato e ricco di appuntamenti, ben
 53, a coinvolgere 290 artisti provenienti dai diversi angoli del mondo. Il clou è il Concerto Sinfonico Corale straordinario che quest’anno si tiene il 2 agosto a Siena, in Piazza Duomo, per sostenere la candidatura di Siena Città a Capitale Europea della Cultura 2019.
Si parte con l’Orfeo ed Euridice di Gluck, prima produzione originale in programma per tre repliche dal 18 al 20 luglio al Teatro Poliziano, con un organico musicale, composto da Orchestra Poliziana e Corale Poliziana, legato all’Istituto di Musica “Henze” di Montepulciano. Il direttore Roland Böer è entusiasta: “Finalmente abbiamo coronato il sogno di Henze che voleva la realizzazione di un’opera lirica con le forze locali”. In scena anche alcuni danzatori selezionati all’interno della Petit École. Stefano Simone Pintor firma la regia di un’opera interpretata decisamente in chiave contemporanea: “Orfeo, antico cantore, viene trasfigurato in un moderno Dioniso, un dio del rock. Non solo un poeta e un cantante, quindi, ma anche un simbolo: un’icona idolatrata dai fans che, ubriachi e in delirio come le mitologiche baccanti, desiderano possedere il nostro eroe, animati da un’esaltazione orgiastica. Una messinscena passionale e toccante, dunque, dove la tragedia della perdita di Euridice viene sospesa in un solo attimo; un istante congelato nel quale passerà tutta la vita davanti agli occhi di questo giovane amante che, trovatosi in un limbo in bilico fra la vita e la morte, tenterà arduamente di salvare la propria amata dagli Inferi, cercando anzitutto di restare aggrappato al ricordo di lei”.
Tra gli altri appuntamenti in programma la Storia del soldato (Histoire du soldat) di Igor Stravinsky, in un allestimento itinerante tra le piazze di Montepulciano, Sarteano, Cetona e San Casciano dei Bagni (25, 27, 28, 29 luglio),  la prima assoluta dell’opera commissionata dal 39° Cantiere Internazionale d’Arte al compositore francese Pierre Thilloy, I falsari (Les faux-monnayeurs), ispirata al celebre romanzo di André Gide (24 luglio). Ultime repliche (fino al 19 luglio) per Alice, in fuga dal paese delle meraviglie. L’Anteprima Cantiere è già in scena al Castello di Sarteano.
A completare il cartellone il
 maestro Roland Böer con i concerti sinfonici a Montepulciano in Piazza Grande (26 luglio), il jazz e il nuovo sogno americano con George Gershwin, Antonín Dvořák e il lavoro del giovane compositore tedesco Hannes Pohlit la sinfonietta per orchestra “Il vento”. (30 luglio). A Montepulciano, in Piazza Grande, il concerto sinfonico-corale è in agenda per l’1 agosto, mentre il 2 agosto a Siena, in Piazza Duomo, ci sarà l’esibizione per sostenere la candidatura di Siena a Capitale Europea della Cultura 2019. E’ la prima volta che il gran finale è a Siena. Sul palco un organico di 180 elementi: ad affiancare l’orchestra di Manchester, ci saranno la Corale Poliziana e il Coro dell’Accademia di Pescara, oltre ai solisti Eleonora Contucci (soprano), Romina Boscolo (mezzosoprano), Marco Rencinai (tenore) e Floran Plock (basso).
Nei giorni del weekend, dal venerdì alla domenica, i sette concerti delle ore 12, sono dedicati ognuno a un diverso strumento a fiato; il tutto rientra nel ciclo “Un soffio di fiato nell’aria”.
Clicca qui per visitare il sito del Cantiere internazionale d’arte Montepulciano.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento