Metti un martedì alle Oblate con voce e piano jazz

2

Filomena MennaE’ la terrazza più democratica di Firenze. Alle Oblate possono andare tutti, fino a tarda sera, per ammirare il panorama mozzafiato dei tetti e delle cupole della città, magari sorseggiando un drink, mangiando uno stuzzichino e ascoltando buona musica. Il programma è sempre ricchissimo e varia spesso.
Da martedì 15 gennaio 2013 tanto spazio al jazz, nella caffetteria della biblioteca delle Oblate. Il programma è a cura di Cooperativa Archeologia e Nem – Nuovi Eventi Musicali (www.lospaziochesperavi.it, via dell’Oriuolo 26, Firenze, ingresso libero). Il piano, in verità, l’ha messo il conservatorio Cherubini di Firenze: ha concesso temporaneamente alla “caffetteria vista Duomo” un bel pianoforte Steinway.
Lo strumento c’è, lo spazio pure, la vista da incorniciare, mancano solo i musicisti per accendere una nuova rassegna dal titolo “Oblate Suite_Piano and voices”. Si vuole rendere omaggio alle stelle della musica, dal rock al jazz ed oltre, interpretate dal vivo ogni martedì da artisti della scena musicale italiana. Dalle ore 19 aperitivo con selezione musicale, e dalle 20.30 live music.
Martedì 22 gennaio, il duo composto dalla cantante Filomena Menna, voce calda, vibrante  e carica di feeling, e dal pianista Manrico Seghi, che eseguiranno brani della storia del jazz e della canzone internazionale, riarrangiati in chiave funky e soul per piano e voce.
Il 29 gennaio, l’appuntamento “Cherubini in jazz” che avrà come protagonisti i musicisti e i cantanti del Conservatorio Luigi Cherubini.