Lo stile made in Florence di Accademia Italiana vola a Seul

5

fotoHanno superato una selezione rigorosissima. Dei 250 abiti proposti dagli studenti di Accademia Italiana alla tradizione sfilata da Obihall, la scorsa primavera a Firenze, solo venti sono stati scelti per volare in Corea. Sfileranno lunedì 14 gennaio a Seul, in occasione di “Asia model festival awards”, concorso coreano riservato a modelle provenienti da 15 paesi asiatici, tra cui Cina, Indonesia, Singapore, Malesia e Thailandia.
Per gli studenti di Accademia Italiana davvero una bella occasione per farsi conoscere. Le indossatrici finaliste del prestigioso concorso coreano indosseranno gli abiti ispirati al Sol levante di Giulia Baldacci, quelli di Johanna Pietizyk (nelle foto), costruiti intono all’idea di un viaggio interiore e le proposte stravaganti del coreano Due Yeon Kim, con un singolare look ispirato a Giovanna d’Arco.
A Seul sfileranno in passerella anche gli abiti di Giulia Pastorelli, che ha tratto ispirazione da una particolare tradizione messicana dedicata ai defunti per la sua collezione, e quelli a firma di Isabel Nielsen, che si è fatta trascinare dal sogno, pensando i suoi abiti evanescenti. La sfilata aprirà la competizione.
Una grande soddisfazione per Accademia Italiana e per il presidente Vincenzo Giubba, ma soprattutto la conferma del lavoro svolto nel settore della formazione Moda e l’abile lavoro condotto in questi anni per mettere in relazione l’Europa con i paesi asiatici.