Home » Arte » Lo sguardo a senso unico (e oltre la musica) di Michelle Davis

Lo sguardo a senso unico (e oltre la musica) di Michelle Davis

michelle“One way glance” (uno sguardo a senso unico) è il titolo della prima mostra fotografica di Michelle Davis. Sarebbe da aggiungere un sottotitolo “on the road”, basterebbe questo per sintetizzare il percorso artistico della giovane artista nata a Sacramento nel 1987 ma fiorentina d’adozione. Una ragazza che con disinvoltura spazia dalla musica alla fotografia.
La mostra, dal 10 al 23 febbraio 2013, è ospitata a Firenze, in Santo Spirito al Tamerò pasta bar (proprio nella piazza) ed è, come spiega Michelle, “un viaggio fotografico alla ricerca dell’Altro. Una rincorsa a senso unico di sguardi, riflessi e pensieri lontani dall’obiettivo”.
Scatti analogici, in bianco e nero ma non potrebbe essere diversamente. Basta leggere i nomi dei fotografi a cui si ispira: Astrid Kircherr, Diane Arbus, Herbert Tobias, Mark Morrisroe, Allison Scarpulla, Jan Saudek e Michael Ackerman. Foto di viaggio, per non dire di reportage visto che ci restituiscono volti e luoghi, pensieri e sensazioni catturati prima dall’occhio e dal cuore e poi dall’obiettivo fotografico.
La mostra in Santo Spirito permette di conoscere un altro aspetto di Michelle, nota per la sua attività professionale all’interno di “A buzz supreme” e per il suo gruppo “Walking the cow”. Ora anche come fotografa. http://michelledavisizm.tumblr.com/

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento