Home » Primo Piano » L’Estate al Bargello apre con Il ritorno di Casanova

L’Estate al Bargello apre con Il ritorno di Casanova

CasanovaSi comincia giovedì 29 maggio con una prima nazionale a firma della coppia Lombardi-Tiezzi: Il ritorno di Casanova. Ma al Bargello l’estate prosegue con oltre sessanta appuntamenti fino al 21 settembre. C’è spazio per il teatro di Gabriele Lavia e il jazz di Enrico Rava e Trilok Gurtu, la voce di Ginevra di Marco e il ciné-concert dell’artista William Kentridge, “il Paganini della tromba” Sergey Nakariakov e l’Orchestra da Camera Fiorentina, i Solisti del Mozarteum, Trisha Brown e le etoile del 25° Florence Dance Festival. Un programma in cui teatro, danza, musica classica, contemporanea e d’autore convivono sera dopo sera per allietare il cortile del Museo Nazionale del Bargello, aperto eccezionalmente la sera.
Si inaugura giovedì 29 maggio (fino a domenica 15 giugno) con la compagnia Lombardi Tiezzi e la prima nazionale di “Il ritorno di Casanova”, riscrittura originale di uno dei capolavori narrativi di Arthur Schnitzler. Federico Tiezzi firma la regia, l’interpretazione è affidata a Sandro Lombardi. Lo spettacolo è pensato come un melologo: parole e musiche con trascrizioni contemporanee di Antonio Vivaldi, insieme a due percussionisti e un violoncellista del Conservatorio Cherubini.
L’altro appuntamento con il teatro è con “Lavia dice Leopardi” dove uno dei massimi attori e registi del teatro italiano torna a confrontarsi con l’animo leopardiano, (sabato 21 e domenica 22 giugno). Da mercoledì 25 a sabato 28 giugno la Compagnia Teatro Popolare d’Arte presenta “Santa Giovanna dei Macelli”, da un testo di Bertolt Brecht. Ideato e diretto da Gianfranco Pedullà, lo spettacolo vede in scena Rosanna Gentili e Marco Natalucci oltre ad un cast di giovani attori, con musiche dal vivo di Massimo Altomare. L’11 agosto del 1944 i rintocchi della Martinella annunciavano la Liberazione di Firenze. Nel 70° anniversario Gaga Produzioni presenta lo spettacolo “11/8” liberamente tratto dal testo “Quei giorni della liberazione a Firenze” di Sandro Pertini. Regia e fotografia di Stefano Pasqualin Rainisch.
Il programma completo su www.estatealbargello.it.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento