Home » Arte » Le impertinenti violazioni di Vezzoli

Le impertinenti violazioni di Vezzoli

vezzoliLe “impertinenti violazioni” di Vezzoli primavera-estate si affacciano in tre storici musei fiorentini in occasione di Pitti Immagine. Il progetto curato da Francesco Bonami per la Fondazione Pitti Discovery è al via da martedì 17 giugno 2014, in spazi museali importanti ma pur sempre marginali di fronte ai flussi impressionanti di visitatori che ogni giorno varcano le porte di Uffizi e Accademia. Francesco Vezzoli ha scelto il Museo Bardini, il Museo Casa Martelli e il Museo Bellini, frutto del lavoro di ricerca e passione di grandi collezionisti per le sue incursioni artistiche. Al Museo Stefano Bardini, nella “Sala delle Madonne”, Vezzoli inserirà le sue due Madonne Crying Portrait of Stephanie Seymour as a Renaissance Madonna with Holy Child e Crying Portrait of Christie Brinkley as a Renaissance Madonna With Holy Child.
L’artista bresciano propone la sua interpretazione dell’arte nell’ambito del programma di FHOF – Firenze Hometown Of Fashion, che mai come quest’anno nobilita il volto della moda italiana.

Questi luoghi e orari per visitare la mostra: Museo di Casa Martelli, Via Ferdinando Zannetti, 8, Giovedì: 14 – 19/ Venerdì: 14– 17/ Sabato: 9– 17/ Domenica (I-III-V del mese): 9–17. Museo Bardini, Via dei Renai, 37, Lunedì, Venerdì, Sabato, Domenica dalle 11.00 alle 17.00. Museo Bellini, Lungarno Soderini, 5, Giovedì, Venerdì, Sabato dalle 15 alle 19. Aperture speciali dei Musei dal 17 al 20 giugno 2014: dalle 11 alle 19 e dal 2 al 4 luglio 2014: dalle 11 alle 19.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la “sua” Firenze.

Inserisci un commento