Le grandi battaglie della storia rivivono in miniatura

0
1

russia 1812Sono le battaglie che hanno fatto la storia: da Waterloo alla ritirata di Russia passando per la Rivoluzione francese. Un originale e inedito percorso le ripropone tutte quante… in miniatura. Merito della collezione di soldatini che appartenne al professor Alberto Predieri (1921-2001), donata all’Ente Cassa di Risparmio di Firenze dalla vedova Francesca. Una esposizione permanente allo Spazio Mostre della sede dell’Ente (via Bufalini 6, Firenze) che l’ha avuta in dono nel 2009.
La raccolta, tra le più importanti a livello nazionale, copre un arco temporale piuttosto ampio dal Settecento al Risorgimento Italiano. La qualità dei soldatini è eccezionale ed è stata messa insieme dal professore Predieri con amore e competenza ne corso di anni di ricerche. Alcuni sono pezzi unici con tanto di firma degli autori, altri sono in formato più grande, quindi oltre il formato standard di 54 millimetri. Ci sono addirittura pezzi d’antiquariato. Generalmente sono soldatini in lega di piombo. Oltre ai soldatini non mancano cannoni, carrozze, fucine, carri per le ambulanze, cucine da campo, barche per ponti mobili.
Il percorso espositivo, curato da Giuseppe Adduci, con il progetto grafico e di allestimento di Stefano Maurri, si sviluppa in 21 vetrine e tre diorami (ossia scene che sintetizzano episodi sul campo).
A fare la parte del leone è il periodo napoleonico, sia per il fascino di Bonaparte che per la ricchezza e bellezza dei costumi. che sul collezionista ha evidentemente esercitato la bellezza e la ricchezza dei costumi, sia per sottolineare come in tale periodo nascono e germogliano le nuove idee e le nuove aspirazioni che porteranno l’Italia a maturare una coscienza nazionale.