Home » Blog » L’Amleto² di Timi offusca Pitti e dà scandalo al teatro della Pergola

L’Amleto² di Timi offusca Pitti e dà scandalo al teatro della Pergola

timi1

E’ riuscito nell’impresa di oscurare gli eventi di Pitti Immagine. I social network sono inondati dai commenti di chi ha visto l’Amleto² di Filippo Timi in cartellone fino a domenica 13 gennaio 2013 al teatro della Pergola. Certo, il salone dell’abbigliamento uomo quest’anno si presenta un po’ sottotono, ci sono meno testimonial e feste, ma era da tempo che il monopolio modaiolo non subiva un attacco di queste proporzioni a Firenze. Segno dei tempi, forse, ma soprattutto di un artista che ha qualcosa da dire. Finalmente.
Filippo Timi e il suo Amleto² hanno scandalizzato i benpensanti che di solito frequentano il teatro della Pergola, di sicuro hanno dato uno scossone a una delle platee più conservatrici della città. Gente che lascia lo spettacolo, a Firenze, non capita spesso e dà l’idea che Timi con la sua rilettura della tragedia shakespeariana in commedia, a tratti anche in farsa, ha davvero fatto centro.
Diceva Giacomo Leopardi che “chi sa ridere è padrone del mondo”, Timi di sicuro lo è. Il teatro è il suo mondo ed è pure casa sua. Al punto che può prendersi delle libertà che sono tra le quattro mura domestiche puoi permetterti.
La storia di Amleto, a volerla leggere con distacco e ironia, è a dir poco grottesca. Un po’ come la situazione politica che viviano in Italia oggi. Timi la porta in scena così com’è. Nell’unico modo per salvarsi da un dolore enorme che rischia di travolgerti: ridendo. E Timi/Amleto ride. Se ogni sentimento ha una bocca, Timi fa ridere la bocca dei sentimenti: “Ogni vita è lo specchio della vita. Guardati, dice un giorno Amleto ad Ofelia, guardati in me… come fai a non ridere di te?”: ecco questa capacità di guardarsi allo specchio, dovrebbe essere di tutti per fuggire la follia della vita quotidiana che rischia di travolgerti.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento