Home » Primo Piano » La Toscana in una boccetta di profumo

La Toscana in una boccetta di profumo

profumoFirenze e le sue bellezze sono da sempre una gioia per gli occhi ma anche per il naso. Tra essenze e profumatori d’ambiente, ci si può illudere di portare sempre con sé i tramonti su Ponte Vecchio o l’odore dei fiori del giardino di villa Bardini. La storica Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella è la veterana con oltre 400 anni di storia alle spalle. E’ stata la prima a proporre la Toscana… in boccetta. Una scelta infinita che vede tra le proposte più originali oltre alla classica acqua di colonia 1612, in tempi più recenti Tabacco Toscano e perfino Angels of Florence creata per il 40esimo anniversario dell’alluvione di Firenze e dedicata agli Angeli del Fango. Lorenzo Villoresi, il profumiere più famoso della città, ormai ben noto fuori dei confini nazionali, Firenze lo ha inserito nel brand addirittura oltre a proporre fiori ed erbe che sono il vanto della terra toscana. Rossella Gatti, forte di una tradizione di famiglia, nel suo negozio in piazza dei Ciompi, propone essenze ispirate a una Firenze di fine Ottocento reinterpretate con uno stile tutto contemporaneo. C’è invece chi come Simone Cosac, fiorentina ormai d’adozione, ha tratto ispirazione dal grande amore di Bianca Cappello e il granduca Francesco I dei Medici per le sue essenze che sostiene addirittura di esserle state rivelate in sogno.
Come non ricordare poi l’ampia proposta di Dr Vranjes che dell’arredo olfattivo fa il suo biglietto da visita e, ultima in ordine di tempo, Teatro Fragranze con le sue emozioni d’ambiente.
Fiori, giardini e ville sono protagonisti sia nelle proposte in vendita nei negozi del Polo Museale Fiorentino: Giardini del Granduca è la nuova eau de toilette mentre isole, isole, isole è il motto di Acqua dell’Elba che propone tanto di edizione limitata per i 200 anni dallo sbarco dell’Imperatore francese: Napoleone Bonaparte per gli uomini e Paolina Bonaparte per le donne. Segreti di Toscana è la linea delle Terme di Saturnia nel segno di fiori e agrumi, mentre l’Erbario Toscano propone Primavera Toscana e Polvere di Siena, in attesa di un’essenza tutta lucchese magari legata alle camelie. Salvatore Ferragamo va sul classico con Tuscan Soul e altre essenze ispirate alle storie e leggende di Toscana.
Infine La via del Tè, nel suo nuovo  negozio in via di Santo Spirito, ha una linea ispirata agli artisti i miti e i luoghi di Firenze: Il Sogno di Michelangelo, Appuntamento sul Ponte Vecchio, Santa Maria del Fiore, Il Segreto dei Medici e La Leggenda di Boboli accanto a té e tisane che hanno fatto la storia del brand.
Che la Toscana per i profumi abbia naso lo dimostrano infine la presenza dell’Olfattorio in via Tornabuoni e soprattutto la manifestazione Fragranze dedicata alle ultime tendenze, ormai appuntamento fisso per i nasi più esigenti.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la “sua” Firenze.

Inserisci un commento