Home » Arte » La rivoluzione parte dal cassonetto con Rodolfo Lacquaniti

La rivoluzione parte dal cassonetto con Rodolfo Lacquaniti

The Garbage RevolutionLa rivoluzione parte dal cassonetto. Rodolfo Lacquaniti, già autore del Giardino Viaggio di Ritorno, in Maremma, che gli è valso un premio ai Los Angeles Movie Awards per la Best Production Design, colpisce allo spazio Alcatraz. L’artista propone il progetto The Garbage Revolution a Firenze alla Stazione Leopolda all’interno di Vintage Selection, fino al 26 gennaio 2014.
Un progetto all’insegna dell’arte totale dato che Lacquaniti sfrutta qualsiasi forma espressiva per una riflessione sulla società dei consumi, sempre più alle prese con il problema del recupero dei rifiuti. “Il pacchetto energetico regalatoci alla nostra nascita si assottiglia sempre di più riducendo l’uomo contemporaneo a vivere nelle “piccole stanze” spiega Rodolfo Lacquaniti che utilizza oggetti, scarti, rifiuti assemblati. L’artista presenta così The Garbage Revolution: “Mutanti H202 di ultima generazione si sono assemblati tra i rifiuti della “montagna”. Sono la cicatrice metropolitana, la ruga urbana della discarica ribelle. Registrano emozioni, esplorano mondi inesplorati e imprevedibili confronti. Registrano lo stato di guerra tra umani e il loro mondo, il collasso delle risorse, la crescita senza fine, l’inquinamento, la scatenante rivoluzione-tecno, l’indispensabile dipendenza dal mondo naturale, l’insaziabile cupidigia, le accelerazioni continue. Cercano: connessioni con individui umani, interscambi d’energia, esplorazioni della forma, luce, la silenziosa veggenza, la metamorfosi, le costellazioni, il suono della pioggia. Hanno appena iniziato il Viaggio di Ritorno, un viaggio verso l’energia”. Quasi cento mutanti H202, ognuno con il suo codice personale che descrive le interazioni con l’artista e con il mondo che lo ha generato, sono esposti all’Alcatraz. Un esercito inquietante e surreale, che dice molto della nostra società dei consumi e della nostra capacità di accumulare e poi liberarci, in un attimo, di quello che ci appare superfluo. L’occhio dell’artista è capace di rendere nuova vita a questi oggetti e al tempo stesso di farci riflettere.

The Garbage Revolution The Garbage Revolution

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento