Home » Enogastronomia » La moda incontra l’alta cucina, otto piatti per otto designer con Culinary couture

La moda incontra l’alta cucina, otto piatti per otto designer con Culinary couture

La moda incontra l’alta cucina. Otto piatti ispirati ad otto creativi sono stati proposti mercoledì 17 giugno, in occasione di Pitti Immagine Uomo 88, nel nuovissimo Grand Amore Hotel and Spa. I piatti realizzati dallo chef Michael Antognozzi si ispirano ad abiti accessori e borse dei designer.  Si tratta di nomi ormai noti del panorama nazionale ed internazionale e giovani emergenti che hanno scelto la formula più singolare per proporsi. Non a caso l’evento si chiama Culinary couture. Nulla è lasciato al caso: dalla presentazione del piatto all’abbinamento del vino, della fattoria Ispoli.
La presentazione è avvenuta durante un cocktail/performance che ha visto protagonisti Sabrina Querci, Gianluca Gigo Gori e Alessandro Floris. I tre hanno animato ogni piatto in un gioco che dalla tavola rimanda alla passerella e ritorno.
La direzione artistica curata da Francesco Bucciarelli e Daniela Meza Sigala e la parte musicale di Andrea Rucci hanno saputo evidenziare i pregi di ogni lavoro e dei piatti.
Alla fine applausi e un vero trionfo per tutti i protagonisti. Sublime l’interpretazione finale della Querci.

Gli otto brand presenti: ADDOSSO (Ginevra de Renzis Sonnino, Niccolò Celesti) ALESSANDRO GAGGIO (Alessandro Gaggio) GABRIELE PAPI (Gabriele Papi) GUEN (Daniela Fiorilli) MICHELE CHIOCCIOLINI (Michele Chiocciolini) MRS. MACIS (Carla Macis) NE/NO STEFANO MANETTI (Stefano Manetti, Nicola Cuppone) SARA H BENCINI JEWELS (Sara Bencini).

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento