Home » Styloveit » Jackie Kennedy, icona dei nostri tempi e stilista mancata

Jackie Kennedy, icona dei nostri tempi e stilista mancata

Lo stile e la classe di Jackie sono passati alla storia, al punto che perfino Gucci le dedicò una delle sue borse più famose e a Capri furono creati per lei un paio di sandali. Jacqueline Lee Bouvier non è stata solo un’icona di stile, ma scopriamo che ha spesso disegnato i suoi abiti. Insomma una stilista mancata. E’ scritto tutto nero su bianco nelle carte che saranno messe all’asta a fine gennaio a Palm Beach in Florida. Trenta lotti dove troviamo moltissime foto in bianco e nero di Bob Davidoff, fotografo dei Kennedy e lettere appunti e perfino “pizzini” con indicazioni precise ai sarti e perfino schizzi.
La signora Kennedy, poi Onassis, non ha mai sopportato il nero al punto di commentare, a proposito del classico little black dress, “sono stufa, mi ricordano un villaggio sul Mediterraneo in cui tutti si vestono a lutto per 20 anni di fila” si legge in una lettera a Bill Hamilton, allora direttore di stile da Carolina Herrera.
Il tesoro di Jackie O sarà battuto alla Casa d’Aste ‘Palm Beach Modern auctions’ ad un prezzo iniziale di 800-1200 dollari l’uno.
Nelle lettere, scopriamo la sua attenzione maniacale per i dettagli: dalle spalle imbottite dei soprabiti alla lunghezza di pantaloni, al taglio delle gonne. Jackie si portava un panino in borsa quando doveva fare il fitting per non perdere tempo a pranzo. Ricorda Hamilton: “Per farmi capire cosa voleva si metteva a disegnare lei stessa i modelli. Quando si preparava ad uscire, voleva apparire perfetta”.
Un’immagine che l’ha sempre accompagnata in vita, anche ai funerali del presidente assassinato e che continua a dare di sé nelle foto dei suoi anni più felici.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento