Home » Styloveit » Il bestiario di Salvatore Ferragamo per un uomo romantico e virile

Il bestiario di Salvatore Ferragamo per un uomo romantico e virile

L’ispirazione è arrivata da una mostra sull’arte povera folk alla Tate di Londra. Il resto è tutto farina del sacco di Massimiliano Giornetti, stilista di Salvatore Ferragamo che ha immaginato una collezione “virile ma romantica con tratti naif”. Il brand fiorentino sfila a Milano per la fashion week.
Le grandi sciarpe danno quel tocco romantico, da bello e impossibile, all’uomo Ferragamo.  Cappotti cammello e shearling oversize danno carattere e presenza all’uomo che li indossa. Frange e decorazioni tricot regalano il piacere di accarezzare ogni capo. Predonimano i colori autunnali, dal verde scuro al burgundy. Non manca l’attenzione per i dettagli.
Zebre e fenicotteri sui cappotti, gufi e macachi sui giubbini di pelle ad alternarsi con i motivi floreali tratteggiano le caratteristiche di un bestiario poetico tutto da indossare.
La presenza degli animali a fare capolino è ricorrente in tutta la collezione: libellule sul blazer, una zebra sul retro del montgomery, un gufo sul maglione pesante.
Pensare che l’ispirazione per questa collezione arriva da modeste creazioni di soldati e marinai che sognavano terre lontane.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento