Home » Musica » Il soprano Eva Mei alla duegiorni del conservatorio Cherubini

Il soprano Eva Mei alla duegiorni del conservatorio Cherubini

Eva MeiIl soprano Eva Mei si è diplomata qui. Stefano Bollani prima di dedicarsi al jazz ha frequentato la classe di pianoforte. Il conservatorio Cherubini di Firenze è una punta d’eccellenza per il mondo della classica. Sabato 19 gennaio e domenica 20 gennaio 2013 apre le sue porte, in via eccezionale, ad appassionati e curiosi. Ricchissimo il programma della duegiorni che prevede concerti che spaziano dai classici alle prime esecuzioni ma ci saranno pure le prove aperte con orchestra.
L’idea è stata di Flora Gagliardi, attuale direttore, per dare informazioni e notizie sui corsi di studio e sull’offerta formativa dell’unico Istituto statale di Alta Formazione in Toscana. Un modo per far conoscere il conservatorio più da vicino alla città.
La sede centrale del conservatorio, in piazza delle Belle Arti, accanto alla galleria dell’Accademia e il Salone di Villa Favard, in via Aretina, saranno al centro dei numerosi eventi in musica. Su tutti spicca quello del soprano Eva Mei, diplomatasi al Cherubini, e ormai celebre in tutti i teatri del mondo. Ci sarà spazio però anche per i giovani allievi e le loro inedite composizioni che verranno eseguite per la prima volta.
Si parte sabato 19 gennaio 2013 alle ore 11 con l’esibizione della Mei che dopo il debutto nel 1990 presso la Staatsoper di Vienna non si è più fermata passando per Staatsoper di Berlino, la Royal Opera House di Londra, la Scala a Milano. A dirigerla Roberto Abbado, Bruno Campanella, Nikolaus Harnoncourt, Zubin Mehta. Nell’incontro di apertura, momento inaugurale dell’anno 2012-2013, porterà i saluti il Presidente del Conservatorio, Giampiero Basile, poi la prolusione di Claudio Martini. Presidente dell’Ort – Orchestra Regionale Toscana.
Il gran finale domenica alle ore 18, nella sala del Buonumore, con l’interpretazione delle celebri arie delle opere di Mozart, Puccini e Donizetti, interpretate dai soprano Laura Verrecchia, Myung San Ko e Sofia Nagast, dai tenore Sang Taek Ho e Artom Tarasenko, dai baritono Matteo Loi e Francesco Salvadori (ingresso libero, programma dettagliato sul sito www.conservatorio.firenze.it).

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento