Home » Enogastronomia » Il ritorno dell’olio novo, la Fattoria di Maiano fa festa a modo suo

Il ritorno dell’olio novo, la Fattoria di Maiano fa festa a modo suo

fattoriadimaiano2Un mini frantoio all’interno del Mercato Centrale. Per festeggiare il ritorno dell’olio novo, dopo un 2014 da dimenticare, la Fattoria di Maiano ha deciso di installare un piccolo impianto nel regno dello street food fiorentino. Dal 6 novembre, per un mese, si potrà assistere in diretta all’imbottigliamento e celebrare in un luogo inconsueto un ottimo raccolto. Alla Fattoria di Maiano è invece possibile seguire in diretta la raccolta delle olive, vedere il frantoio in azione e soprattutto acquistare l’olio da portare a casa come un piacevole souvenir.
Il ritorno dell’olio novo dopo i danni causati dalla mosca olearia l’anno scorso è stato festeggiato qualche sera fa con una cena dove il pan bruscato e l’olio sono stati giustamente i protagonisti. Un appuntamento con un gruppo ristretto di amici ed esperti che si è ripetuto secondo le regole non scritte di un antico rituale.
La Fattoria di Maiano sorge alle porte di Firenze: si estende su 270 ettari, conta 200mila piante e per quest’anno la produzione è stimata sui 50mila litri. L’olio di punta è il ben noto Laudemio.
Ha origini antichissime la struttura, addirittura già nel Trecento esisteva un convento di suore e c’era già un grande uliveto, ma la svolta avvenne nell’Ottocento. Tutto merito di un inglese illuminato John Temple Leader che trasformò il paesaggio fiesolano e assicurò alla Fattoria l’aspetto attuale. La fattoria è di proprietà del conte Francesco Miari Fulcis. E’ il figlio Tommaso, 28 anni, ad occuparsi attualmente della gestione dopo un periodo di gavetta all’interno della struttura. Una tradizione tramandata davvero di padre in figlio.
La Fattoria ospita un agriturismo, un ristorante e anche uno spaccio interno dove gli ospiti, una volta assaggiato e degustato buon cibo e vino, possono acquistare qualche prodotto da portare a casa come souvenir.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento