Home » Arte » Il riciclo diventa arte con Silvia Logi

Il riciclo diventa arte con Silvia Logi

silvia logiSilvia Logi ha fatto del riciclo un’arte. La prima a sperimentare la sua bravura nel repechage è stata lei stessa, otto anni fa, quando di fronte alla chiusura dell’ufficio dove lavorava, ha pensato a reinventare il suo futuro, sfruttando la sua passione per l’arte e la passione per i piccoli lavori artigianali.
Silvia Logi è un’autodidatta e quello che ha imparato a fare con oggetti di scarto, sassi, pezzi di legno, matite, specchi è frutto di un impegno costante e quotidiano. All’inizio si è appoggiata a un amico falegname e ha usato il negozio di pelletteria dei genitori in via Aretina come base per mettere in mostra e vendere i suoi lavori.
Con gli anni ha acquistato consapevolezza delle sue doti artistiche ed è arrivata a una “fusione materica” originale e unica, del tutto personale e riconoscibile. Per lei creare piccoli capolavori usando apparentemente materiali senza alcun valore, residuali è una forma per esprimere se stessa.
Il mondo di Silvia Logi è popolato di luoghi incantati e colorati, gufi e farfalle, pesci e balene che sembrano usciti da una fiaba. C’è tanto colore ma soprattutto tanto lavoro per creare con pazienza certosina le sue creazioni.
Silvia Logi espone spesso in mostre d’arte e in fiere dell’artigianato ed è reduce da due importanti trasferte, a  “The Craftroom” di Barcellona, la galleria dell’artigianato presso El Born Cultural Centre. Il suo nome era inserito tra quello di 15 aziende toscane, selezionate direttamente dalla Camera di Commercio di Barcellona per rappresentare l’eccellenza del made in Tuscany. In tempi più recenti ha esposto a Notti D’autore, a Sant’Agnello di Sorrento.
Per vedere le sue opere e acquistarle: http://www.silvialogi.it/ altrimenti su Facebook: Silvia Logi artworks.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento