Home » Primo Piano » Fragranze alla stazione Leopolda, il mondo del profumo in passerella

Fragranze alla stazione Leopolda, il mondo del profumo in passerella

Fragranze a Firenze per chi ama farsi conquistare da essenze e profumi. L’appuntamento è fino a domenica 13 settembre alla stazione Leopolda. Oltre 230 i marchi presenti per offrire uno spaccato significativo della migliore profumeria artistica internazionale. Un osservatorio d’eccezione sul mondo del profumo, con le essenze più preziose, i prodotti per la bellezza e il benessere del corpo frutto del lavoro di abili artigiani, ma anche preparazioni cosmetiche e accessori per i palati più sofisticati. Tutti gli ultimi trend della cultura olfattiva. Fragranze è il luogo dove il mondo dei profumi incontra il lifestyle contemporaneo.
Maria Candida Gentile trasforma uno dei suoi sogni surreali in un profumo di grande fascino: Elephant&roses dove si immagina la camminata di un pachiderma su un letto di rose. Immagine suggestiva per un profumo tutt’altro che scontato. E per chi ama la vaniglia Noir Tropical. La Maison Bereto: il nuovo progetto di Francesca e Leonardo Pinzauti, e Maurizio Bonas, racconta i profumi della terre toscane. In collaborazione con Michele Marin di Infragranti Parfumeur sono state cosi create le fragranze per ambienti e per la persona: Belvedere con i profumi dei prati e dell’erba appena tagliata e Pavillon con i profumi di giardini pieni di tuberose e gardenie. Laura Bosetti Tonatto ha presentato 39 fragranze realizzate con materie prime di alta qualità e prodotte in Italia per il suo marchio Essenzialente Laura e ha partecipato alla presentazione del libro sulla regina d’Inghilterra, Elisabetta l’ultima regina (Utet) di Vittorio Sabadin per cui ha creato un profumo. Il marchio fiorentino Teatro Fragranze rende omaggio ai 200 anni del sigaro toscano con un’essenza di carattere, tutt’altro che banale e scontata. I profumi di Diane Vreeland, mitica direttrice di Vogue America, sembrano fatti per aumentare l’autostima di qualsiasi donna: hanno nomi in grado di farti sentire la numero uno. Simone Cosac Profumi accoglie in Leopolda con la bella dama in maschera: una collezione sempre sul filo del ricordo e della storia, dove sono le grandi donne a fare la differenza. Gritti manda in gondola le sue nuove fragranze mentre l’Atelier de ors dimostra che non tutto quel che luccia è oro ma può essere lo stesso un tesoro di profumo. Scent bar, da Cesena, propone il nuovo profumo 600, i numeri da giocare per chi ama le essenze tutt’altro che banali e molto femminili. Birrificio del Forte e Profumi del Forte danno vita al matrimonio più riuscito che si possa immaginare: una linea di profumi con la birra per essenze che hanno gli odori e i ricordi della Versilia che non c’è più. Men’s heritage ricostruisce la bottega del barbiere con pennelli rasoi e profumi del tempo che fu.
Lo staff di Pitti Fragranze calza i cappelli di Doria 1905. I colori del Viaggio a Levante illuminano Pitti Fragranze e portano una ventata di colore.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la “sua” Firenze.

Inserisci un commento