Home » Styloveit » Doria 1905, il Viaggio a levante nel segno del colore e del punto Maglie

Doria 1905, il Viaggio a levante nel segno del colore e del punto Maglie

Un ritorno alle radici. Doria 1905 riparte dal Salento, dalle proprie origini, per Viaggio a levante. L’azienda di Maglie che da oltre un secolo realizza splendidi cappelli propone un percorso culturale alla riscoperta delle tradizioni, dove il passato è riletto in chiave contemporanea. La primavera-estate 2016, presentata in questi giorni a Pitti Uomo 88, propone elementi del passato come il punto Maglie, l’antica tecnica di ricamo salentina, qui riproposta per le fasce dei cappelli accanto a colori fluo e stampe che recuperano pattern antichi.
La linea City gioca con linee pure e colori neutri, puntando tutto sui dettagli. Le fasce dei cappelli sono realizzate con il punto Maglie e affascinano per l’abilità delle ricamatrici e l’eccezionalità della lavorazione: ci vogliono 120 ore di lavoro. Pupo, Pupa e Stella, i soggetti decorativi diventano l’elemento che dà stile e carattere al cappello e lo rende unico, nodo dopo nodo, punto dopo punto.
La linea Barocco punta su lino puro e micro pied-de-poule, in colori tenui, per chi ama la naturalezza e anche nella versione patchwork tutto si gioca sulle tonalità candide del panna e dei colori naturali, sul bianco e sul nero.
Via terra si gioca tutto su materiali, pattern e colori. Una palette che si ispira alla terra, al cuoio, al verde degli alberi e al rosso del vino Primitivo mentre Oltremare  propone classici Panama e cotoni, lini leggeri, pois e paglie naturali. I colori abbracciano tutti i toni del bianco, ma non mancano tocchi di colore a rendere omaggio agli agrumi e al mare. A levante è affidato il compito di raccontare i profumi e i colori di viaggi lontani, con volumi ricercati e colori intensi, decisi come le spezie, le pietre dure, il mare.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la “sua” Firenze.

Inserisci un commento