Home » Styloveit » Doria 1905 festeggia 110 anni a testa alta (e con il cappello)

Doria 1905 festeggia 110 anni a testa alta (e con il cappello)

L’abito forse non fa il monaco, ma il cappello di sicuro fa il signore. Lo sa bene Doria 1905 che è a Pitti Uomo 87 per celebrare i suoi 110 anni di storia. Oltre un secolo di tradizione, eleganza, artigianalità e passione attraversato sempre a testa alta. Il celebre marchio celebra il traguardo con una edizione limitata e numerata in occasione del salone fiorentino. Doria 1905 presenta, accanto alla collezione autunno-inverno 2015/16, una speciale capsule prodotta per l’occasione in tre modelli, in soli 1905 esemplari.
Un’avventura partita da Maglie, da un piccolo laboratorio artigiano del centro pugliese dove mani abili confezionavano le prime coppole con scampoli di tessuto. E’ un ideale omaggio a quegli anni da pioniere la collezione Origins, caratterizzata da patchwork sartoriali dove si gioca con i contrasti di colore e gli abbinamenti tra feltri. Dominano i colori dell’olivo e del tufo, del pino, della terra, del miele e perfino della malvasia. L’avventura di Doria 1905 prosegue prima e dopo la seconda guerra mondiale con la trasformazione in atelier (1937) e poi con l’apertura di un imponente stabilimento alle porte di Maglie (1960). Doria 1905 ha attraversato le mode e i decenni e ritroviamo l’eco di quegli anni nelle collezioni che spaziano dalle linee pure e informali di Less is more con feltro ultraleggero per trasformare cloche e fedora, nei toni del tufo e del sale, di luce, sabbia e perfino del riccio. Sofisticata e ricca nei materiali e nelle linee, negli accostamenti la collezione Baroque tale per celebrare il 2012 e il rilancio del marchio. E’ il vino a ispirare la palette: negramaro, primitivo, bordeaux, ma anche il cacao e il ficomoro e perfino il classico grigio fumo.
Per celebrare l’anniversario troviamo in uno scrigno color cacao, con il blasone dorato “110”, il Drop hat ad ala media per lui e ad ala larga per lei. Copricapi in feltro, finitura in velour double in nero saraceno, cinta in doppio strato di raso rigato e gros-grain in satin e per finire una placchetta esclusiva per celebrare l’anniversario: nessun dettaglio è lasciato al caso. Non poteva poi mancare la coppola, vero marchio di fabbrica Doria 1905.
Pezzi in serie limitata, confezionati, stirati e formati rigorosamente a mano su forme di legno. Cappelli che vanno oltre all’accessorio per diventare storia e pezzi da collezione.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento