Home » Arte » Dalla metro alle mostre, Daze alla Galleria del Palazzo Coveri

Dalla metro alle mostre, Daze alla Galleria del Palazzo Coveri

01 Daze, Untitled, 2014,olio, spray su tela, 61x61cmDai vagoni dei treni alle gallerie d’arte americane ed europee. Chris Daze è uno degli esponenti di punta della Graffiti art a stelle e strisce. La Galleria del Palazzo Coveri di Firenze gli dedica una personale dal titolo “Daze recent works” che si inaugura giovedì 12 novembre alle 18.30.
Un percorso espositivo in 19 lavori a tecnica mista di varie dimensioni e 2 sculture per raccontare la parabola artistica di Daze, cominciata a metà degli anni Settanta a New York. Di giorno frequentava la Scuola Superiore di Arte e Design e la notte dipingeva nella metropolitana. E’ la prima collettiva, in occasione dello spettacolo “Beyond Words” al Mudd Club di New York nel 1981, a regalargli la fama. Si trova a lavorare al fianco di artisti del calibro di Keith Haring e Jean Michel Basquiat e proprio grazie alla collaborazione con quest’ultimo vede la sua prima opera.
Nel 1982 la sua prima mostra personale, al “Fashion Moda”, nel Bronx seguita da altre personali a Montecarlo, Hong Kong, Parigi, New York, Pechino, Chicago e Singapore. Suo il murale per il terminal dei Ferry Star a Hong Kong.
Le opere di Daze sono presenti nel Museo della Città di New York, nel Museo d’Arte Moderna e nel Brooklyn Museum, alla Federal Reserve in Washington D.C. e fra i suoi collezionisti troviamo Madonna ed Eric Clapton.
La mostra si inaugura giovedì 12 novembre alla Galleria del Palazzo-Coveri alle ore 18.30 e sarà aperta fino al 10 febbraio 2016, orario, da martedi a sabato 11/13-15:30 19. Ingresso libero.
Catalogo Bandecchi e Vivaldi.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento