Home » Styloveit » Dai fondi di magazzino “rinascono” abiti alla moda

Dai fondi di magazzino “rinascono” abiti alla moda

Made in WasteL’apparenza inganna e quindi anche dai fondi di magazzino possono nascere capi alla moda. E’ questo il senso del laboratorio “Made in Waste” organizzato dall’Istituto Europeo di Design di Firenze in collaborazione con l’ Accademia Galli di Como durante e nell’ambito dell’86/o Pitti Uomo. Oltre 40 studenti si sono messi all’opera nei giorni del salone della moda e utilizzando gli scarti dei distretti tessili di Prato e Como hanno realizzato 15 abiti, 9 scarpe, 2 borse, 4 gilet e altri accessori.
Le creazioni sono esposte nella sede dello Ied in via Bufalini 6 rosso nell’attesa di essere messi all’asta. Il ricavato della vendita andrà in beneficenza all’Associazione Tumori Toscana A.T.T.
Per gli studenti che hanno partecipato alle lezioni di Moreno Ferrari, un passato da stilista con Stone Island e Moleskine, e Marina Nelli dell’ Accademia Galli una splendida esperienza resa possibile dalle donazioni di NR Rapisardi, Faliero Sarti e dei distretti di Prato e Como. “Siamo partiti – ha detto Nelli – da materiali di Stock aziendale per ricavare nuovi capi con nuove destinazioni d’uso. Si è giocato con materiali e colori, mischiandoli, sfidando concetti innovativi e tenendo sempre in considerazione l’ottimizzazione industriale”.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento