Home » Musica » Conservatorio Cherubini, la musica riparte da qui

Conservatorio Cherubini, la musica riparte da qui

Conservatorio Cherubini_Barend MiddelhoffMusica conservata e spazi recuperati. Oscilla tra 300 concerti (quasi uno al giorno) 85 appuntamenti e il recupero dei seminterrati di Villa Favard, dove in 8 nuove sale prove i giovani musicisti potranno studiare, la stagione 2015 del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Il primo evento martedì 11 novembre, alle ore 17 a Villa Bardini. Il lavoro di recupero di Villa Favard, in via Rocca Tedalda 451, sede del conservatorio sarà presentato invece alle 11 di sabato 15 novembre, in un incontro pubblico con visite guidate e momenti musicali.
Gli appuntamenti saranno nelle due sedi del conservatorio (Villa Favard e Piazza delle Belle Arti) e in vari luoghi chiave della città e della regione: scuole, teatri tra cui l’Opera di Firenze e il Verdi, chiese da Santo Spirito al Duomo di Siena, fino al Museo del violino di Cremona (29 marzo) e, a primavera, all’Expo di Milano. Il conservatorio suonerà anche all’estero il 1 dicembre a New York, il 21 gennaio a Budapest all’Accademia Liszt con il Don Giovanni, e a ottobre 2015 a Pechino in Cina.
Il progetto di punta sarà Musica Conservata, che metterà in rete per la prima volta tutte le istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM) di Italia e culminerà, dal 17 al 19 aprile a Firenze, con il convegno internazionale ‘Valorizzazione, gestione e fruibilità del patrimonio delle Istituzioni Afam’.
Particolare attenzione ci sarà per la formazione: si rinnova anche quest’anno la collaborazione al progetto ‘Le Chiavi della città’ con: ‘Ascoltare vedere toccare la musica’ e il laboratorio corale, con la rappresentazione finale (il 3 maggio all’Istituto degli Innocenti), in prima italiana, de Le passioni dell’aria di Roberto Scarcella Perino.
Con il Maggio Musicale ci sarà ‘Piccoli legni crescono’ il progetto di divulgazione per le scuole della provincia di Firenze e non solo, 49 lezioni-concerto con gli strumenti dei legni (flauti, oboi, fagotti) in piccole pieces di teatro musicale (da gennaio a maggio 2015). Infine la rassegna ‘Vetrina di Libri’ a Villa Favard, ciclo di presentazioni a cui seguono concerti e la rassegna di jazz: da lunedì 12 gennaio 8 appuntamenti, ogni lunedì nella sala del buonumore, tra cui ‘Music about Stan Getz’ con il sassofonista Barend Middelhoff (nella foto).
Tra gli eventi speciali, sabato 22 novembre e 2 dicembre il maestro Andrea Nannoni suonerà nella Galleria dell’Accademia sotto il David di Michelangelo con un violoncello Stradivari 1690 e un violoncello Tecchler post 1699 della collezione del Conservatorio, il ‘ViolaFest’, ovvero concerti, masterclass, seminari con violisti (docenti e allievi) da tutta Italia e da dicembre a maggio, per turisti e visitatori della Galleria dell’Accademia ‘Pillole di musica’: alle ore 11, dal martedi al venerdi, 10 minuti di intrattenimento in musica.
Calendario in aggiornamento sul sito www.conservatorio.firenze.it.

Info su Raffaella Galamini

Firenze punto g è il blog di Raffaella Galamini. Qui racconta la "sua" Firenze.

Inserisci un commento