Coda d’estate a tutto rock per il parco delle Cascine

0
2

capaLa cavea dell’Opera di Firenze, la festa dell’Unità al parco delle Cascine e perfino il prato delle cornacchie. La coda d’estate è all’insegna dell’indie rock per il parco dei fiorentini. Dopo la pausa di Ferragosto la cavea ha riaperto i battenti con l’ultima data europea del tour degli Elbow e a ruota il 26 agosto con il concerto di Vasco Brondi e le sue Luci della centrale elettrica. Poche centinaia di metri più in là la Festa dell’Unità di Firenze, Spazio Giovani Democratici, dove ogni sera alle 22, fino a domenica 14 settembre c’è spazio per volti nuovi e big dell’indie rock: Ragazzi Scimmia (26 agosto) con il loro balkanic jazz-swing, mercoledì 27 Cosmo e il 28 i Management del Dolore Post-Operatorio con il nuovo album “McMao”. Omosumo, in concerto venerdì 29 con Antonio Dimartino, mentre troviamo il neo-folk dei Farewell To Hearth And Home sabato 30 e direttamente dal Rock Contest i Violacida, domenica 31 agosto. Primo settembre insieme ai Miss Barbaraz e il gothic rock 80 di Be Forest, martedì 2 settembre. Mercoledì 3 il ritorno di Federico Fiumani ed i suoi inossidabili Diaframma, giovedì 4 il world-pop dei Boxerin Club e venerdì 5 gli “Spartiti” di Jukka Reverberi (Giardini di Mirò) e Max Collini (Offlaga Disco Pax). Sabato 6 settembre la serata “Mamma Mia” e domenica 7 un classico: i Two Pisces In Alto Mare. Giorgio Canali, figura di riferimento per il rock italiano, lunedì 8 settembre mentre martedì 9 General Stratocuster and the Marshals, la super-band fiorentina. Mercoledì 10 le cover dei Last Minute Dirty Band, giovedì 11 il collettivo Wu Ming Contingent, venerdì 12 il funky soul dei Real Mother Funkers e sabato 13 i lanciatissimi Le Furie. Si chiude con il cantautore palermitano Niccolò Carnesi, domenica 14. Info www.festadellunitafirenze.it – ingresso gratuito.
Alla cavea martedì 26 agosto (ore 21,30) è di scena Brondi e le Luci della centrale elettrica con la versione estiva ed outdoor del suo tour Costellazioni. Sul palco con lui l’orchestrina spaziale formata da Ettore Bianconi, Sebastiano De Gennaro, Daniela Savoldi e Andrea Faccioli. A settembre, il 5 (ore 21) è la volta di Una notte con De André, a 15 anni della scomparsa, con un omaggio che vede Maurizio Pagani proporre “Creuza de ma -il viaggio continua”, i Mediterranea&Letizia Fuochi con “Amico fragile tour” e la proiezione del film “Faber”. Il 7 settembre (ore 21.30) al prato delle Cornacchie si chiude il tour di Caparezza in cui propone il suo ultimo disco “Museica”  mentre l’11 settembre (ore 21.30) alla Cavea è la volta della sempre ribelle e carismatica Ani Di Franco.