Bardini, il giardino dell’eterna primavera

3

2-The hydrangeas walkE’ il giardino dell’eterna primavera e delle cento statue. Il giardino Bardini è uno dei luoghi più straordinari di Firenze, a cominciare dalla splendida vista della città. Confinante con Boboli, a cui è unito da questo percorso verde che si chiama la Florence Greenway, è gestito, assieme alla villa, dalla Fondazione Parchi Monumentali Bardini Peyron dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Quattro ettari di tesori d’arte, piante e fiori meravigliosi. A dominare, in posizione centrale, la grande scalinata del Seicento, arricchita con statue e fontane alla fine del Settecento da Giulio Mozzi. Ad ovest il giardino anglo-cinese costruito all’inizio dell’Ottocento per circondare la seicentesca villa Manadora. Al lato opposto il frutteto con le varietà della tradizione agricola toscana, ognuna coltivata in un modo diverso: a spalliera, a cordone e a frutteto nano. Ci sono poi le piante: camelie, viburni, azalee, glicini, iris, rose, ortensie. Il ‘calendario delle fioriture’ affisso all’ingresso su via dei Bardi, offre la possibilità di sapere quando si possono ammirare nelle diverse stagioni. All’inizio della primavera, nel camelieto si possono ammirare 30 varietà di camelie. Nella scalinata centrale ad aprile fioriscono gli iris e a maggio le rose bourbon allevate su catenelle orizzontali. Ad aprile azalee e alcuni viburni, che insieme al glicine, formano lo straordinario corridoio coperto di fiori violetti, al di sotto del quale in giugno fioriscono 60 varietà diverse di ortensie.
Non solo flora, ma anche arte con le oltre 100 statue e le 13 fontane: sei collocate lungo il muro che divide la scalinata dal bosco all’inglese hanno una funzione estetica e funzionale. Si tratta di un ‘muro fontana’, usato nei giardini barocchi dell’Italia centrale, per irrigare il giardino.
Questo tesoro è entrato in questi giorni a far parte dell’European Garden Heritage Network (EGHN), che riunisce gli oltre 150 più importanti giardini europei di 10 Paesi. Motivo in più per andare a visitarlo. Non trovate?